Dimensioni troppo “importanti”... un suggerimento per il sesso orale?

Prima di tutto vi ringrazio per la precisione con cui svolgete il vostro lavoro. Sono una ragazza di 23 anni e, da circa un mese, ho la grande fortuna di aver avvicinato una persona meravigliosa, un ragazzo che mi piaceva da tempo. Sommando i sogni, le aspettative e le fantasie alla mia scarsa esperienza sessuale, mi trovo a dover affrontare delle inibizioni che mi hanno sempre frenato. Vorrei stavolta superarle con lui, conoscerci insieme, vorrei imparare a farlo stare bene e regalargli piacere. Un mio grande desiderio è praticargli del sesso orale, ma il mio più grande terrore è quello di un'esperienza fallimentare ed è causato dalle dimensioni un po’ troppo importanti del suo pene, rispetto alla mia reale possibilità che mi ha già limitato in passato. Ovviamente ne parlerò con lui, quello che vi chiedo è un suggerimento su come affrontare la questione nel caso che il problema logistico sia realmente proibitivo, mi spaventa la possibilità di una mortificazione da entrambe le parti. Grazie mille.

Si tratta, come tu stai già facendo per tutto il resto, di provare: forse le prime volte ti troverai un po’ impacciata, ma parlandone con lui, potreste anche sentire la cosa come un piacevole gioco. E poi, non c’è un modo giusto di fare sesso orale (come per il sesso in generale), ma tanti modi quante sono le coppie che lo praticano. A voi trovare il vostro. Saluti.
Dr.ssa Claudia Galli Psicoterapeuta e sessuologa c/o Centro Sicomoro (Modena)